La scorsa settimana, dopo uno stop forzato di due anni, si è tenuta a Milano la fiera Myplant & Garden – International Green Expo.

La fiera è ritenuta la più importante fiera professionale in Italia dell’orto-florovivaismo, del garden e del paesaggio.

Con oltre 700 aziende espositrici, la fiera propone e promuove tutta la filiera del verde attraverso i suoi 9 macrosettori (vivai, fiori, decorazione, edilizia, macchinari, servizi, tecnica, vasi, arredo giardino).

Noi di Verde Passione non potevamo quindi mancare di visitare il Salone internazionale del verde!

Vogliamo mostrarvi qualche immagine rubata durante la fiera e darvi qualche anticipazione sulle tendenze che si sono affermate quest’anno.

Le piante succulenti sono state indubbiamente protagoniste: cactus giganti singoli posizionati in grandi vasi o composizioni di piccole piante grasse, scaffalature intere ricoperte da bellissime succulenti ricadenti e anche sagome di cactus realizzati in acciaio corten. Sembrerebbe che le piante succulenti avranno un ruolo interessante nelle scenografie verdi del 2022!

Prende sempre più piede la moda della coltivazione delle piante in acqua: vasetti di vetro eleganti e di design, che oltre ad accogliere la pianta, diventano veri e propri elementi di arredo.

La continua ricerca di novità ha portato sul mercato un elemento ornamentale inusuale: il Lingzhi (Ganoderma lucidum), un fungo utilizzato da più di 4000 anni nella medicina tradizionale cinese, chiamato anche il “fungo dell’immortalità”. Si presenta con un piccolo tronchetto con sopra alcuni funghi color marrone scuro. Coltivarlo come una pianta d’appartamento è semplice, poiché questo fungo richiede pochissime cure. Per farlo durare anni basterà nebulizzarlo solo una volta alla settimana e tenere il vaso collocato all’ombra, evitando la luce diretta del sole.

Abbiamo poi visto che si afferma il desiderio di continuare a coltivare il proprio piccolo orto personale sul terrazzo o sul balcone di casa, per avere sempre a disposizione qualche erba aromatica e qualche ortaggio biologico a chilometro zero. La buona notizia è che non serve avere molto spazio, poiché sul mercato ci sono soluzioni simpatiche per creare il proprio orto urbano in cassetta!