Siamo a casa, abbiamo più tempo del solito e l’arrivo della primavera ci invoglia a stare all’aperto e a contatto con la natura. Perché non svolgere giardinaggio e coltivare verdure ed erbe?

Aggiungere alle tue ricette ingredienti freschi coltivati da te stesso, ti darà una grande soddisfazione! Non scoraggiarti, non sono necessari grandi spazi, per far crescere piccole verdure: dalla baby barbabietola ai fiori commestibili, sono diverse le verdure che puoi coltivare sul tuo davanzale.

Crescione

È una delle verdure più facili da coltivare sul davanzale della finestra ed è perfetta da aggiungere a un’insalata o a un sandwich per l’ora di pranzo.

Il crescione semplice o il crescione inglese (Lepidium sativum) sono i più facili da coltivare.

Non serve necessariamente del terriccio per coltivare questa verdura, ma puoi farla crescere anche su del tessuto bagnato o del cotone idrofilo. Rivesti un vassoio o un contenitore con del tessuto bagnato o del cotone idrofilo, cospargi la superfici di semi e pressali un po’.

Dopodiché posiziona il vassoio su un davanzale soleggiato o su una zona del balcone dove arriva molta luce solare e innaffia delicatamente ogni giorno. Non lasciare mai che il tessuto o il cotone si asciughi del tutto, altrimenti le radici moriranno.

Entro una settimana dovresti iniziare a vedere i primi germogli! Puoi raccoglierli usando delle forbici: taglia i germogli quando sono alti 3-5 cm.

Suggerimento: se preferisci che il crescione abbia un gusto più forte e intenso, prova a coltivarlo con del terriccio organico.

Segui lo stesso processo iniziale e dopo aver sparso i semi, coprili con un sottile strato di terriccio organico. Raccoglili quando sono alti 12-15 cm.

Germogli di piselli

Deliziosi in padella e nelle insalate, questi piccoli germogli sono ricchi di proteine, fibre e carboidrati e, rispetto ad altri legumi, contengono molta acqua. Puoi coltivarli partendo dai piselli secchi interi, che trovi facilmente al supermercato o al negozio locale.

Per “attivare” i piselli secchi, è necessario lasciarli una notte immersi in acqua. Il giorno successivo, scola i piselli e disponili in un contenitore che avrai precedentemente rivestito con uno strato di terriccio organico (circa 3 cm di spessore). Copri il tutto con uno altro strato di compost di 1 cm circa. Posiziona il ​​contenitore su un davanzale soleggiato e in pochi giorni inizieranno a germogliare.

Dopo circa sei giorni, i germogli saranno abbastanza grandi da poterli tagliare e così aggiungere ai tuoi piatti. Fai attenzione, però, a non farli crescere troppo, altrimenti inizieranno ad avere un sapore amaro.

Suggerimento: i germogli di piselli cresceranno una seconda volta, dopo averli tagliati. Perciò una volta raccolti i primi germogli, tieni il contenitore sul davanzale per avere una seconda crescita.

Erbe aromatiche

Ricche di vitamine, le aromatiche possono arricchire qualsiasi piatto e dare vita a una semplice portata di pasta o di riso. Sono molto facili da coltivare e richiedono cure minime.

Basilico, prezzemolo e menta, sono ottime e molto semplici da coltivare. Basta munirsi di un vaso o di un contenitore che abbia i fori sul fondo, in modo che l’acqua in eccesso possa drenare.

Riempi il vaso con il compost e spargi i semi, tenendoli a circa 3 cm di distanza gli uni dagli altri. Coprili con un sottile strato di terriccio organico, spesso circa mezzo centimetro.

Scegli un davanzale soleggiato per posizionare il vaso e innaffia ogni due giorni per mantenere umidi i semi: entro una settimana dovresti iniziare a vedere crescere le tue erbe.

Puoi iniziare a raccogliere le foglie, quando la pianta ne ha circa sei. Attento a non raccogliere tutte le foglie in una volta sola, così che la pianta possa continuare a crescere tranquillamente.

Barbabietola

Puoi coltivare le barbabietole in vaso per raccogliere piccole e tenere radici.

Spargi i semi a circa 5 cm l’uno dall’altro su una base di terriccio organico profonda circa 15 cm. Dopodiché copri i semi con uno strato di terriccio organico di 3 cm. I semi della barbabietola sono semi a grappolo, il che significa che probabilmente produrranno diverse piante da uno stesso seme. Separando queste piante otterrai barbabietole più grandi. Aspetta perciò che le piante siano cresciute fino a 3 cm e rimuovile tutte, lasciandone solo una per seme. Lascia che le piante crescano fino a 5 cm e inizi a raccogliere!

Fiori commestibili

L’erba cipollina è ottima per tutti i palati: puoi tagliare gli steli e utilizzarli per arricchire l’insalata, oppure aggiungere i fiori ai tuoi piatti per ottenere un gusto simile a quello della cipolla.

Cospargi i semi sul terreno e mantienili sempre ben irrigati.

Una volta cresciuti fino a circa 10 cm, puoi iniziare a raccogliere. Usa le forbici per tagliare l’erba cipollina vicino alla base delle piante per incoraggiarne una nuova crescita.

Se hai un balcone o un giardino, prova a far crescere l’erba cipollina all’esterno per attirare le api. Specie come i bombi e come le api amano raccogliere il nettare dai fiori viola!

La calendula è un altro fiore commestibile che, con le sue fioriture gialle, illuminerà il tuo davanzale. Ben noti per l’uso nella cura della pelle, i fiori aggiungono un tocco pepato alle insalate.

Seminali a circa 5 cm di distanza l’uno dall’altro, in un contenitore precedentemente preparato con circa 10 cm di terreno. Dopodiché coprili con 2 cm di terriccio.

Suggerimento: è meglio raccogliere i fiori poco prima del loro utilizzo in cucina, in modo che siano ancora freschi, densi e pieni di sapore; in alternativa puoi conservarli in frigorifero in un sacchetto di plastica.

Per la maggior parte dei fiori commestibili, sono principalmente solo i petali a essere commestibili. Perciò, se non sei sicuro, controlla sempre prima di aggiungerli ai tuoi piatti.

Queste sono solo alcune delle erbe “da davanzale”, ma l’elenco è molto più lungo!

Aneto, basilico, cerfoglio, coriandolo, lattuga, peperoncino, prezzemolo… buona coltivazione e buon appetito!