Vedere le proprie piante di casa patire nei mesi freddi è un problema comune: il periodo di prova più intenso per le piante d’appartamento – e i loro proprietari – è senza dubbio l’inverno.

La stagione invernale rappresenta infatti per le nostre coinquiline verdi un momento molto difficile: molte case sono fredde e buie, condizioni spiacevoli e poco ospitali per le nostre piante di origini tropicali che hanno bisogno di una buona quantità di luce e di una temperatura costante che non presenti forti oscillazioni tra il giorno e la notte.

Molti di noi soffrono di mancanza di luce durante l’inverno: le nostre piante non sono diverse.

Il consiglio è quello di spostarle in luoghi luminosi, magari il più possibile vicino alle finestre (a meno che non ci siano spifferi) oppure di considerare l’acquisto di luci che aiutino la crescita sana delle piante. Nella maggior parte dei casi le nostri luci di casa, che a noi risultano piacevoli e sufficientemente luminose, non sono adatte al processo di fotosintesi delle nostre piante. In commercio ci sono a disposizione soluzioni per tutte le tasche, senza dover spendere troppo: noi consigliamo le lampade a ioduri metallici, delle lampade che grazie alla loro resa del colore risultano piacevoli all’occhio umano e contemporaneamente adatte alla crescita delle nostre amiche verdi. Non dimenticate di togliere la polvere dalle foglie per massimizzare il loro potenziale di assorbimento della luce.

Ricordate che per la crescita delle piante anche alcune ore di buio completo sono necessarie!

Per quel che riguarda la temperatura, invece, è utile spostare le piante in stanze dove il calore di notte non diminuisca drasticamente. Non tenetele però troppo vicino ai termosifoni perché le foglie si potrebbero danneggiare: l’aria secca dei nostri sistemi di riscaldamento può infatti seccare punte e bordi delle foglie.

Un altro accorgimento da avere nel periodo invernale è quello di ridurre le irrigazioni e di rendere più umida l’area intorno alle piante.

È necessario ridurre le irrigazioni poiché in inverno le piante hanno bisogno di molta meno acqua. È importante controllare se il terreno è umido prima di procedere con l’innaffiatura. Se è ancora umido è necessario aspettare, se invece è quasi asciutto si può procedere. Questo è un accorgimento da avere sempre, in ogni stagione. Un altro suggerimento, per verificare se è arrivato il momento di procedere con l’innaffiatura, è quello di sollevare il vaso (se le dimensioni lo consentono) per valutarne il peso: se sarà molto leggero necessiterà acqua, in caso contrario aspettare.

Per aumentare l’umidità, l’ideale sarebbe avere un umidificatore; in alternativa nebulizzare anche più volte al giorno le piante con uno spruzzino. Si può anche posizionare il vaso in un contenitore molto basso, come un piccolo vassoio, nel quale aggiungere un po’ di ghiaia o di argilla, oltre a dell’acqua che evaporerà nel tempo, formando un microclima umido intorno al fogliame.

Contro il grigio inverno riaccendi il tuo Verde!